SEO on page: tutto quello che devi sapere per conquistare le SERP di Google

17 febbraio 2023
SEO on page: tutto quello che devi sapere per conquistare le SERP di Google

Oggi la maggior parte delle persone si aspetta di trovare ciò di cui ha bisogno in cima ai risultati di ricerca di Google.

 Se il tuo sito web si posiziona in cima alla pagina dei risultati di ricerca (SERP) per diverse query è facile che attiri quotidianamente nuovi clienti verso la tua attività. Per questo, creare una solida strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca è uno degli investimenti più preziosi che tu possa fare per la tua azienda..

In questo articolo vedremo insieme gli step fondamentali per ottimizzare la tua pagina web. Se ti va, abbiamo già parlato di ottimizzazione SEO dei contenuti in questo articolo.

  1. Cos’è la SEO on page?
  2. SEO on site, SEO on page e SEO off site: facciamo chiarezza.
  3. Elementi da ottimizzare all’interno di una pagina web
  4. Content is king, search intent is queen
  5. Elementi html
  6. Come utilizzare gli heading tag nella pagina?
  7. Come rinominare le immagini in ottica SEO?
  8. Ottimizzare link interni ed esterni per la SEO
  9. Da EAT a EEAT: perché è fondamentale per la SEO?
  10. Per concludere

 

SEO on page: tutto quello che devi sapere per arrivare in prima posizione nella SERP

Prima passare alla parte pratica, vogliamo darti una nostra definizione di SEO on page e fare un attimo chiarezza sulla differenza tra SEO on site, off site e on page. A proposito di SEO

Cos'è la SEO on page?

La SEO on page (nota per molti anche come SEO on site) è l’insieme delle tecniche di ottimizzazione dei contenuti sul tuo sito web, sia lato motori di ricerca (e quindi Google) sia per quanto riguarda gli utenti. Questo perché le comuni pratiche SEO on-page che vedremo insieme tra pochissimo, servono a rendere i nostri contenuti leggibili non solo ai crawler di Google (Googlebot) che scansionano le nostre pagine, ma anche e soprattutto agli utenti che ci leggono. Non vorrai mica offrire ai tuoi lettori pagine illeggibili e piene di parole chiave?

SEO on site, SEO on page e SEO off site: facciamo chiarezza.

Le strategie SEO vengono generalmente suddivise in due gruppi: SEO on site e SEO off site. Quest’ultima in particolare si riferisce a tutte quelle tecniche da effettuare all’esterno del proprio sito. L’acquisizione di backlink o link in entrata è ad esempio una delle attività off site più note, ma anche la più faticosa. Ciò infatti è possibile non solo attraverso la redazione di guest post (articoli su altri siti) ma anche realizzando noi stessi contenuti di qualità capaci di attirare l’attenzione di altri editori. È importante inoltre che i link acquisiti provengano da siti particolarmente autorevoli, altrimenti sarà Google a penalizzarti!

Nelle righe precedenti ti abbiamo raccontato come molti utilizzano i termini SEO on site e SEO on page come sinonimi. Per come trattiamo la SEO noi, invece siamo convinti che l’una sia figlia dell’altra, e che quindi la SEO on site comprenda al suo interno quella on page.

Quindi:

SEO on-site: riguarda tutte le ottimizzazioni che vengono fatte a livello di sito per migliorarne le performance.

SEO on-page: riguarda invece le ottimizzazioni della pagina e dei relativi contenuti.

Elementi da ottimizzare all’interno di una pagina web

Arriviamo dunque alla parte clou di questo articolo. Quali sono gli elementi da ottimizzare all’interno della pagina web? Ecco quindi quelli che secondo la nostra esperienza sono gli elementi on page su cui concentrare le proprie forze.

Content is king, search intent is queen

"Il contenuto è il re" per usare la celebre espressione di Bill Gates, datata 1996, parlando delle previsioni future di Internet. Se il contenuto è il re, l’intento di ricerca possiamo definirlo la regina. Infatti ancor prima di imbatterci nella scrittura dei contenuti è fondamentale conoscere l’intento di ricerca degli utenti. Quali sono quindi i passaggi da fare? La ricerca delle parole chiave (keyword research) ti permette di avere una panoramica sulle query che gli utenti cercano online e sul loro volume di ricerca. A questo punto occorre chiedersi: “perché l’utente sta facendo quella ricerca?”. Ecco che entra in gioco l’intento di ricerca. Solitamente il search intent viene suddiviso in: informativo, navigazionale e commerciale.

Individuate le parole chiave da utilizzare e il loro intento di ricerca, possiamo passare alla fase di scrittura del contenuto. Ecco quindi alcuni suggerimenti che possono tornarti utili in fase di stesura:

  • Scrivi periodi brevi
  • Utilizza le keyword trovate in maniera naturale evitando di infarcire il testo con parole chiave
  • Dividi il contenuto in paragrafi, elenchi puntati e utilizza i grassetti
  • Aggiungi contenuti multimediali (foto, video, infografiche)
  • Inserisci le keyword negli heading tag (h1, h2, h3 etc..)

Prima abbiamo parlato di come fare SEO on page significhi anche aiutare i crawler di Google a scansionare i nostri contenuti. Se vogliamo che la nostra pagina venga indicizzata e rankata dai motori di ricerca è opportuno assicurarsi che effettivamente questa non contenga istruzioni di noindex e nofollow. Il tag noindex viene utilizzato per segnalare a Google di non indicizzare quella precisa pagina. Il tag nofollow invece serve per indicare ai motori di ricerca di non seguire uno o più link in pagina.

Elementi html

Anche gli elementi HTML di una pagina web sono fondamentali da ottimizzare quando si parla di SEO On Page.

Quali sono?

  • Tag title e Meta description
  • Heading tag
  • Alt text delle immagini

Se ad esempio notiamo dei peggioramenti a livello di click relazionati al numero di visualizzazioni (CTR - Click Trough Rate), potrebbe essere una buona idea ottimizzare anche gli elementi html. Per questo strumenti come la Search Console di Google sono di fondamentale importanza per chi vuole mettere in atto un progetto SEO.

Come scrivere un tag title ottimizzato per la SEO?

Il tag title, il title e l’H1 sono gli elementi più importanti della pagina. Il meta title (si può essere chiamato anche così) è anche uno dei primi elementi che vengono scansionati dai crawler di Google.

Come scriverlo?

  • Deve essere unico per ogni pagina
  • Deve contenere la keyword principale all’inizio
  • Lunghezza di circa 70 caratteri (anche se calcolata in pixel), altrimenti Google taglierà il tag title

La meta description non incide sul posizionamento SEO. Tuttavia scrivere una buona descrizione ci aiuta a colpire l’utente e quindi ad aumentare il numero di clic e traffico verso il sito. Molto spesso è lo stesso Google a riscrivere la meta description.

Come utilizzare gli heading tag nella pagina?

Esistono 6 differenti heading tag: dall’H1 all’H6, in ordine di importanza. Lato SEO naturalmente il tag più importante è l’H1, in quanto permette agli utenti e a Google stesso di capire qual è l’argomento principale che si sta trattando. Anche per questo è buona prassi inserire la keyword principale all’interno dell’H1. Solitamente gli articoli hanno un buon numero di H2 e anche di H3, i quali vengono utilizzati come sottotitoli. Mentre molto raramente troviamo H4, H5 o H6. Molto dipende dalla struttura del contenuto e dal numero di query che si ha a disposizione.

Come rinominare le immagini in ottica SEO?

Ottimizzare le immagini ti aiuta a posizionarti in Google Image e ad ottenere traffico e click che non riesci magari a raggiungere con il testo. Innanzitutto occorre comprimere le immagini, rendendo le dimensioni più piccole. Questo è un’operazione importante perché ci permette di non appesantire la pagina visto che la velocità di caricamento è un altro dei fattori di ranking. 

Occorre poi rinominare le immagini salvate utilizzando i trattini tra le parole. Ad esempio: keyword-research-seo.

Infine l’alt text è l’altro attributo su cui concentrarsi, cercando di descrivere in poche parole l’immagine, evitando il keyword stuffing. Lo scopo dell’alt text è inoltre quello di migliorare l’accessibilità per visitatori ipovedenti.

Ottimizzare link interni ed esterni per la SEO

Infine anche i link interni sono fondamentali per l’ottimizzazione della SEO on page, in quanto guidano gli utenti e i crawler di Google verso le altre pagine del sito senza interruzioni. Alcuni sostengono che inserire link esterni verso altri siti sia controproducente. Tuttavia il loro utilizzo può offrire all’utente che legge ulteriori informazioni su quell’argomento. Ciò non significa che tu debba esagerare nell’inserire link interni/esterni ma farlo solo quando necessario, ad esempio per fornire ulteriori risorse agli utenti.

Da EAT a EEAT: perché è fondamentale per la SEO?

Siamo alle battute finali. Prima però vogliamo parlarti dell’EAT (expertise, authoritativeness e trustworthiness), ovvero una serie di linee guida utilizzate dai Quality Rater di Google per determinare la qualità dei risultati di ricerca.

Con l’ultimo aggiornamento datato dicembre 2022, l'acronimo EAT è passato in EEAT. Si è aggiunta infatti l’experience, l’esperienza.

  • Expertise (competenza): con il termine “expertise” Google si riferisce alla competenza dell'autore che ha creato il contenuto.
  • Authoritativeness (autorevolezza): i Quality Rater di Google valutano l’autorevolezza in base a link in entrata e in uscita dal sito, menzioni e pubblicità, l’autorità del dominio.
  • Trustworthiness (affidabilità): i Quality Rater di Google vogliono infatti assicurarsi che i contenuti scritti siano affidabili. Le recensione negative possono ad esempio impattare negativamente sull’affidabilità.
  • Experience (eaperienza): Google misura se colui che ha realizzato il contenuto ha un'esperienza approfondita dell’argomento di cui parla.

Per concludere

Siamo giunti alla fine di questa guida.

L’ottimizzazione on page è sicuramente un’operazione articolata, ma siamo sicuri che grazie ai consigli che ti abbiamo appena illustrato potrai raggiungere traguardi interessanti. Se hai ancora qualche dubbio o vuoi affidare il tuo progetto SEO a degli esperti contattaci. Non vediamo l’ora di collaborare con te!

 

 

Altri articoli
Eddy
Di solito ti rispondiamo subito
Eddy
Ciao 👋
Come posso esserti di aiuto?
20-07-24 06:04:28
Inizia Chat